“Napoli non si vende, vendiamo le banche”. Protesta al corteo anti austerità

Tensioni manifestanti-polizia davanti alla sede del Banco di Napoli in via Toledo

“Napoli non si vende”. Manifestanti della rete Massa Critica hanno protestato stamattina contro la dismissione del patrimonio immobiliare e dei servizi della città di Napoli, le banche e le politiche di austerità dell’Ue. Una protesta coordinata con i movimenti di altre città europee. Il corteo è partito dalla sede della Banca d’Italia, in via Cervantes, ed è approdato davanti all’ingresso del Banco di Napoli, in via Toledo. Tensioni con la polizia all’arrivo dei dimostranti. “Le Città non si vendono, vendiamo le banche – afferma Massa Critica – Dal credito agli affari, ecco la distorsione del sistema bancario internazionale degli ultimi 30 anni. Su cosa le banche fanno affari?  Ai danni di chi si arricchiscono?  Quale è il luogo preferito dalle banche per esercitare il ricatto del debito? La risposta è semplice: le città che abitiamo”.

(Foto Rossella Chiapparelli/Video Massa Critica)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest