Napoli, Muscarà(M5s): “Il rimpasto di de Magistris, la strategia di un inetto”

In 8 anni 34 assessori per conseguire un risultato penoso

Il Movimento 5 Stelle critica “senza se e senza” l’ennesimo rimpasto di poltrone attuato dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris per mantenere a galla il governo cittadino di Palazzo San Giacomo. Significative le dichiarazioni della consigliera regionale Maria Muscarà. “Rispondo alle tante domande che mi sono state poste sulla nuova squadra napoletana. Faccio fatica a credere che in 8 anni ci siano stati 34 assessori e 10 rimpasti per conseguire un risultato penoso che è sotto gli occhi di tutti – sottolinea Muscarà – Eppure è così. Sono stati cacciati Realfonzo, Narducci, Lucarelli, De Falco Raffael Rossi, Donati tutta gente che aveva una visione e non rincorreva il voto, è scappato a gambe levate Tommaso Montanari. Sono stati sostituiti come marionette. Ultimi gli addii di Calabrese e la cancellazione dell’apprezzato da tutti Daniele aggiunge ancora Muscarà – Tutto per inseguire un consenso lasciando da parte i valori. Napoli ancora una volte subisce la strategia degli inetti – conclude Muscarà – Peccato anche per chi ha ceduto alle lusinghe o agli ordini di chi vuole definitivamente mortificare la mia città”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest