Terremoto Casamicciola, i sopralluoghi del Cfs e dell’Ordine degli ingegneri

I componenti della Taske Force del Centro Formazione e Sicurezza e dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli continuano ad effettuare sopralluoghi a Casamicciola e Lacco Ameno, i comuni ischitani colpiti dal terremoto dello scorso 21 agosto.

“La decisione di attivare dei sopralluoghi è esclusivamente finalizzata ad offrire un servizio ai cittadini e alla società civile – dichiara il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli, Ingegnere Luigi Vinci – Nei prossimi giorni solleciteremo il sindaco della Città metropolitana di Napoli, Luigi de Magistris ad attivare gli opportuni interventi rientranti nelle sue prerogative e competenze, aprire i cantieri per la messa in sicurezza degli edifici,  evitare la chiusura delle scuole”.

Il Cfs, l’ente bilaterale che si occupa di formazione e sicurezza nel settore delle costruzioni è pronto ad offrire i propri servizi gratuitamente e a collaborare con le istituzioni. “Stiamo valutando l’ipotesi di istituire un gazebo, un ufficio mobile del Cfs a Casamicciola per offrire informazioni e consulenza ai cittadini, alle imprese e ai lavoratori – sottolinea l’ingegnere Paola Marone presidentessa del Cfs – chiederemo ai sindaci dei comuni ischitani un incontro per la stipula di protocolli d’intesa per attuare programmi e azioni di prevenzione e mutua assistenza nei cantieri”.

Nei giorni scorsi si sono svolte  presso la sede dell’unità di emergenza a Casamicciola Terme lunghe riunioni tra  il commissario Grimaldi, i sindaci di Casamicciola e Lacco Ameno e gli addetti della Protezione Civile. “Abbiamo discusso dei problemi riguardanti la Zona Rossa – ha dichiarato il commissario Grimaldi – il transito delle persone in quell’area, del contributo di autonoma sistemazione che riguarda tutti gli sfollati e della problematica delle scuole perché vogliamo, tutti, che i ragazzi riprendano normalmente l’anno scolastico.”

                                                                                                                Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest

Lascia il tuo commento