Bassolino lascia il Pd e si candida con D’Alema

 

L’ex governatore campano punterebbe alla poltrona di senatore

Antonio Bassolino lascia il Partito Democratico e salta sul carro di Mdp, l’associazione-lista elettorale di Massimo D’Alema e Pierluigi Bersani.

“Non ho rinnovato la tessera del Pd, e dunque per la prima volta mi ritrovo senza un partito – ha affermato l’ex governatore della Campania –  Ma sono da sempre una persona di sinistra, spero che si possa costruire una casa comune della sinistra e un nuovo e largo centrosinistra”.

Stando ai soliti bene informati, Bassolino avrebbe accettato  di candidarsi con Mdp alle prossime elezioni politiche per conquistare la poltrona di senatore.  La proposta di candidatura sarebbe arrivata da Massimo D’Alema.

Lo strappo dell’ex sindaco di Napoli era nell’aria,  i suoi post sui social media, le sue interviste  ignorati sistematicamente da Renzi, dai vertici nazionali e locali del partito, la mancata nomina a commissario del Pd napoletano, lo hanno convinto a lasciare e ad aderire al partito dei componenti ex diessini.

Sulla scelta di Bassolino non sono arrivate ancora reazioni ufficiali dal Partito Democratico.

Bassolino non era alla conferenza programmatica nazionale del Pd a Pietrarsa, lo scorso fine settimana, ma partecipò nel giugno scorso alla manifestazione promossa a Roma da Giuliano Pisapia e, soprattutto, alla convention nazionale di Mdp svoltasi a Napoli a fine settembre.

                                                                                                          

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest

Lascia il tuo commento