Torre del Greco,  Guardia Costiera sequestra oltre 3 quintali di cozze

I militari intervenuti hanno potuto intercettare e sequestrare sulle banchine del porto il prodotto ittico, pronto per la messa in commercio, ma proveniente da locali impianti di miticoltura, per i quali la Asl Napoli 3 Sud ha da tempo imposto il divieto di raccolta e vendita.

Nella mattinata di oggi sono stati sequestrati dalla Guardia Costiera di Torre del Greco 3 quintali e mezzo di cozze totalmente sprovviste delle necessarie autorizzazioni sanitarie. A seguito di ripetuti appostamenti, i militari intervenuti hanno potuto intercettare e sequestrare sulle banchine del porto il prodotto ittico, pronto per la messa in commercio, ma proveniente da locali impianti di miticoltura, per i quali la Asl Napoli 3 Sud ha da tempo imposto il divieto di raccolta e vendita. Il tentativo di elusione del divieto, verosimilmente riconducibile alla forte richiesta di prodotti ittici freschi per le festività del 25 aprile, avrebbe potuto, pertanto, comportare gravi rischi per la salute esponendo gli ignari consumatori a tossinfezioni alimentari, anche gravi. I responsabili sono stati deferiti all’Autorità giudiziaria  per commercializzazione di prodotti alimentari nocivi e mancata esecuzione di ordini dati dall’Autorità sanitaria. La Guardia Costiera continuerà a mantenere alta la propria azione di vigilanza e controllo sull’igiene degli alimenti al fine di scongiurare rischi per la salute della cittadinanza, invitando la collettività ad acquistare unicamente prodotti ittici che rispettino le vigenti norme e procedure di etichettatura e tracciabilità, evitando, al contempo, l’acquisto di prodotto di dubbia provenienza e pericoloso per la salute.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest