Napoli: Perrella contro l’Amministrazione Comunale

Sotto accusa il comportamento poco rispettoso nei riguardi delle Municipalità

Giampiero Perrella, presidente della IV Municipalità di Napoli (San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale, Zona Industriale), che comprende anche buona parte del centro storico cittadino è sul piede di guerra contro l’Amministrazione Comunale di Napoli, che a suo avviso sta assumendo un comportamento poco rispettoso nei riguardi delle Municipalità. A far “infuriare” ancor di più Perrella è stato l’annullamento della conferenza di tutti i presidenti di Municipalità che si doveva tenere questa mattina. Incontro che è stato annullato per la scarsa partecipazione delle persone invitate a prendervi parte. “Proprio oggi a San Giacomo -spiega Perrella- era in programma una conferenza di tutti i presidenti di Municipalità con il direttore generale Attilio Auricchio e con l’assessore Alessandra Clemente per discutere dei problemi della carenza di personale, della riforma della macchina amministrativa e del tema del decentramento, ma abbiamo assistito a una scena surreale. Mentre gran parte di noi stava attendendo l’inizio della riunione, siamo venuti a conoscenza del fatto che si stava svolgendo altrove una vera e propria riunione parallela sugli stessi temi, solo con i presidenti delle II, III e X Municipalità. Da noi invece non si è presentato nessuno così, dopo un’ora di attesa, abbiamo deciso di abbandonare la conferenza in segno di protesta. Il comportamento che sta assumendo l’Amministrazione comunale nei riguardi delle Municipalità è davvero scandaloso perché mira ad affossare sempre di più il decentramento amministrativo. – conclude Perrella – Ci stanno privando delle risorse minime per garantire i servizi essenziali ai cittadini, come quello dello Stato civile, obbligatorio per legge. A partire da domani, infatti, per disposizione del direttore generale, saremo privati degli unici 2 dipendenti che garantivano il servizio in IV Municipalità, servizio che sarà costretto a chiudere per mancanza totale di personale”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest