Napoli, istituito il senso unico pedonale zona Decumani per motivi di sicurezza

L’incrociarsi e il sovrapporsi di comitive e gruppi di visitatori finiscano per compromettere gravemente la sicurezza dei cittadini, costretti a volte a rimanere bloccati nella folla senza poter impegnare nemmeno le vie di fuga

ll sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha firmato un’ordinanza con la quale (ai sensi dell’art. 6 comma 4 della legge 24 luglio 2008 n.125) istituisce il senso unico pedonale zona Decumani nel periodo natalizio. L’ordinanza ha validità da domani, venerdi’ 7 dicembre, alla vigilia di Natale, lunedì 24 dicembre. Alla base dell’ordinanza c’e’ la considerazione che “nel Centro Antico di Napoli, zona Decumani, per la particolare conformazione del territorio, composto da strade prevalentemente senza marciapiedi che nel periodo natalizio vengono visitate da numerosissimi turisti, con particolare riferimento alla cosiddetta ‘via dei pastori’ (San Gregorio Armenio), si creano, per l’enorme flusso pedonale, intralci ad eventuali mezzi di soccorso e di emergenza con conseguente rischio per la pubblica e privata incolumità compromettendo gli standard minimi di sicurezza”. La “disciplina dei flussi pedonali” e’ dettata dalla necessita’ di evitare che “l’incrociarsi e il sovrapporsi di comitive e gruppi di visitatori finiscano per compromettere gravemente la sicurezza dei cittadini, costretti a volte a rimanere letteralmente bloccati nella folla senza poter impegnare nemmeno le vie di fuga”.
L’attuazione del dispositivo di sicurezza per i flussi pedonali a senso unico – si legge – verra’ concretamente attuata, con la collaborazione degli operatori del Servizio Protezione Civile e con i Volontari delle Associazioni riconosciute, su disposizione dell’Ufficiale di Polizia Locale piu’ alto in grado, comandato dal Comando Generale della Polizia Locale in servizio nei Decumani, che valutera’ le condizioni di necessita’ per il tempo necessario al superamento della situazione di potenziale pericolo per la pubblica e privata incolumita'”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest