Napoli, Fuorigrotta:  vigili del fuoco sfrattati dalla Mostra d’Oltremare

Cgil, Cisl e Uil di categoria scrivono al sindaco de Magistris e al Prefetto Pagano

I vigili del fuoco sfrattati dalla Mostra d’Oltremare, ente controllato dal Comune di Napoli. Una ‘patata bollente’ per il neo presidente Alessandro Nardi. Una scelta organizzativa ereditata dal precedente gruppo dirigente aziendale.  In un’area  nevralgica come quella di Bagnoli-Fuorigrotta sarà smantellato un presidio di sicurezza indispensabile. L’allarme è stato lanciato dalle organizzazioni sindacali dei vigili del fuoco che hanno inviato una nota al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e al Prefetto di Napoli, Carmela Pagano.  Stando ad alcune indiscrezioni trapelate dalla sede di Palazzo San Giacomo sull’area dove è attualmente ubicata la caserma dei caschi rossi dovrebbero essere realizzati interventi di edilizia residenziale previsti da un piano urbanistico attuativo approvato dalla giunta comunale di Napoli.  “I cittadini di un’area nevralgica, per la presenza di notevoli attività sociali, ludiche e turistiche, dovranno fare a meno della presenza fondamentale dei Vigili del fuoco – scrivono Giuseppe Scuotto, Antonio Aga, Carmine Cristiano responsabili sindacali di Cgil, Cisl e Uil di categoria –  La municipalità interessata è quella di Bagnoli – Fuorigrotta, zona che da sempre e giustamente giova del distaccamento dei Vigili del fuoco; l’ente Mostra d’Oltremare ha di fatto sfrattato i Pompieri e privato la popolazione di un presidio di sicurezza indispensabile; centinaia di migliaia di persone da un giorno all’ altro dovranno farne a meno. Sicuramente tutto sarà legittimo; ma fino a che punto, a prescindere dalla legittimità, è lecito privare del soccorso tecnico urgente la cittadinanza? Non è forse un dovere della politica assicurare determinati servizi al popolo? I sindacalisti sollecitano l’immediato intervento delle istituzioni.  “L’ente Mostra è una partecipata del Comune di Napoli ed il Sindaco deve assolutamente intervenire per evitare che si giunga ad una dislocazione dei Vigili del fuoco lontano dall’attuale area di competenza che aumenterà notevolmente i tempi di risposta alle richieste di soccorso – sottolineano gli esponenti sindacali – Vogliamo andare oltre le responsabilità che hanno portato a questo epilogo, siano esse del  Dipartimento Vigili del fuoco che dell’ente Mostra d’Oltremare. Ci interessa, come sindacalisti, lavoratori e cittadini, preservare un diritto. Ci interessa quindi contribuire alla ricerca di soluzioni che evitino danni irreparabili ad una parte di città altamente popolata e soggetta ad emergenze di diversa natura. Riteniamo che le suddette priorità siano condivise totalmente dall’ amministrazione
comunale ed auspichiamo che, in maniera sinergica, il Comune di Napoli ed il Comando dei Vigili
del fuoco partenopeo, trovino una soluzione affinché la cittadinanza non venga privata della
sicurezza del territorio – concludono Cgi, Cisl e Uil di categoria – In caso contrario non faremo mancare il nostro appoggio ai cittadini e dovrà essere chiaro dichi siano le responsabilità di tale decisione che nuocerebbe in maniera significativa alla salvaguardia dei beni e delle vite umane.

                                                                                                          Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest