Briatore appoggia Salvini contro reddito cittadinanza: “Date i soldi agli imprenditori”

Il miliardario attacca anche il salario minimo e i contratti a tempo indeterminato

Flavio Briatore annuncia la nascita di un suo partito per sostenere la Lega e Matteo Salvini. Il partito si chiamerà Movimento del Fare. “Uno dei primi punti del nostro programma riguarda l’abolizione del reddito di cittadinanza e del decreto dignità. I soldi per reddito di cittadinanza vanno utilizzati per tagliare le tasse  agli imprenditori per incentivarli ad offrire ai disoccupati contratti stagionali a termine erogando 700 euro per aiutarli a crescere. I più bravi e affidabili potrebbero dopo un po’ di anni ottenere il contratto a tempo indeterminato”. Briatore ha bocciato anche la proposta del salario minimo. “Il salario minimo potrebbe aumentare il costo del lavoro per gli imprenditori”– ha ribadito Briatore.  “Siamo un Paese — ha sottolineato Briatore — che vive sempre sulle sussistenze ma per vivere di sussistenza devi pagare e i soldi non ce l’hanno. Abbiamo un carico fiscale impossibile. creiamo posti di lavoro prima di dare tutte questi diritti e garanzie minime e massime alla gente che poi si disinvoglia. Anche qualcuno che ha la voglia di fare”. Singolari e ciniche le proposte di Briatore. È facile parlare con la pancia piena da uno yacht. Il  buon Briatore prima di dar fiato alla bocca provi a vivere senza un salario e poi ci dica se il reddito di cittadinanza è inutile. Grazie al reddito è stato dato un sostegno centinaia di migliaia di cittadini che vivono in povertà assoluta o licenziati ed ora avranno modo di formarsi e ottenere un lavoro. Una misura che entro fine anno non lascerà più indietro oltre un milione di cittadini, realizzata nonostante tutti dicessero che non si poteva fare. Briatore la prossima volta conti fino a 10 prima di parlare.

                                                                                                                               CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest