Dalla corsa con le fiaccole per Partenope alle Universiadi

Alla Federico II il convegno “Essere sempre il migliore, concorsi e gare nella Napoli antica”

Al via ieri il convegno internazionale “Essere sempre il migliore, concorsi e gare nella Napoli antica”. Un’ideale staffetta tra “la corsa con le fiaccole per la sirena Partenope” e le Universiadi, confrontando agoni antichi e moderni. Il ciclo di conferenze, in programma fino a domani, si tiene nell’Aula Piovani della Federico II di Napoli. Agonistica nel mondo antico e Agonistica prima e oltre Neapolis sono i temi delle prime due sessioni, tenute nella giornata inaugurale. Nell’anno in cui la città è sede delle Universiadi, il convegno pone al centro l’importanza dell’agonistica nella Napoli antica, il suo ruolo all’interno dell’agonistica internazionale antica e la fortuna dei giochi napoletani nella memoria cittadina moderna. Particolare e intenso è il rapporto fra la Napoli antica e la pratica agonistica. Già nel V secolo a.C. l’ammiraglio ateniese Diotimo istituì a Napoli una corsa con le fiaccole per la sirena Partenope.

In piena età augustea il geografo greco Strabone non esita a riconoscere che l’agone quinquennale, musicale e ginnico, degli Italika Rhomaia Sebasta Isolympia, istituito da Augusto a Napoli nel 2 a.C., competeva con i più famosi agoni che si svolgevano in Grecia. Ginnasi ed efebie, precisa Strabone, possono essere considerati tracce viventi di un modo di vivere greco, sebbene Neapolis sia ormai un municipio romano.

 

 

Programma

● Giovedì 16 maggio 2019

09:00 – 12:30

Sezione II (II parte) – Agonistica prima e oltre Neapolis (Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti in Napoli)

14:30 – 17:30

Sezione III – L’agonistica a Neapolis (Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti in Napoli)

● Venerdì 17 maggio 2019

09:00 – 12:30

Sezione IV – L’agonistica neapolitana nella memoria moderna (Società Nazionale di Scienze, Lettere e Arti in Napoli)

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest